CENTRO SPORTIVO ITALIANO - COMITATO PROVINCIALE DI RAVENNA
14 settembre 2019

Menzioni "Cittadino solidale" alla Festa del volontariato

Tra i premiati, anche il nostro Presidente Alessandro Bondi

A consegnare il riconoscimento di Cittadino solidale – una pergamena e un piccolo dono – l’assessore al Volontariato Gianandrea Baroncini e la presidente della Consulta delle associazioni di volontariato Mirella Rossi.
Menzioni "Cittadino solidale" alla Festa del volontariato

Diciotto tra persone e attività della città che si sono distinte per il loro impegno, la generosità e la partecipazione gratuita alla vita della comunità, portando un valore aggiunto soprattutto per i più bisognosi, hanno ricevuto questa mattina, in piazza del Popolo durante la Festa del Volontariato, il riconoscimento di Cittadino solidale. Il sindaco Michele de Pascale ha partecipato all’iniziativa, visitando gli stand delle numerose associazioni presenti e ringraziando di persona i volontari per il loro prezioso impegno.

Il volontariato di Ravenna vuole essere di stimolo culturale e formativo e si mette a disposizione di tutte le generazioni, in particolare dei giovani, per misurarsi con questa meravigliosa esperienza umana.

La motivazione del riconoscimento

La motivazione del riconoscimento

Alessandro Bondi si contraddistingue per la sentita partecipazione, in pieno spirito di gratuità, alla vita della società civile cittadina. L’impegno volontario a 360 gradi che vive quotidianamente, non solo nell’ambito di “Ravenna Soccorso”, ma anche nell’ambito del mondo associazionistico di matrice cattolica così come nel mondo delle società sportive locali, lo fa riconoscere dalla città come un esempio di giovane generoso e disponibile, profondamente motivato e coinvolto, sempre disponibile all’ascolto e all’aiuto del prossimo. Nel suo ruolo istituzionale di Presidente del Comitato Provinciale del CSI (Centro Sportivo Italiano), Alessandro riesce a tenere insieme tanti impegni e diversifica la sua attività su numerosi fronti anche socialmente delicati, come l’attività sportiva a favore dei giovani, delle persone con disabilità, dei migranti, e delle persone anziane, rivelandosi un solido punto di riferimento e riuscendo così a trasmettere un messaggio completo e coinvolgente sia ai collaboratori che ai destinatari.

Menzioni "Cittadino solidale" alla Festa del volontariato